Pubblicato il

Pelle asfittica e pori dilatati: cause e rimedi naturali

Negli ultimi tempi si parla molto di pelle asfittica. Spesso si scambia però per pelle asfittica una pelle secca, o sensibile, che aggredita produce più sebo. In realtà la pelle asfittica ha tutt’altro tipo di caratteristiche.

La pelle asfittica dà la sensazione di non assorbire niente. Al tempo stesso, però, “tira”. E’ una pelle che appare secca, tirata, con un colorito opaco, ma che allo stesso tempo spesso presenta impurità, come per esempio pori dilatati e microcisti, che si vengono a creare nel momento in cui la pelle inizia a creare un sebo più denso del normale.

In questi casi la nostra pelle è compromessa nel suo naturale processo di traspirazione, cioè di scambio di acqua (vapore) con l’esterno, ed è proprio per questo motivo che diviene molto secca. Allo stesso tempo però, non riuscendo a gestire correttamente la produzione di sebo, tende appunto a formare comedoni e cisti sottocutanee.

 

Quali sono le cause?

Le cause più frequenti di pelle asfittica sono date da comportamenti errati nella cura del viso. Ci si convince, non si sa perché, che la propria pelle abbia bisogno di molto nutrimento, mentre invece non è così, e si applicano creme più ricche di quanto sia necessario. Aumenta a questo punto la produzione di sebo, e quindi si cominciano ad usare scrub particolarmente aggressivi.
La pelle a questo punto si squilibra e, se aggiungiamo anche casi di alimentazione poco salutare, il danno è fatto.

Mangiare sano, infatti, è fondamentale per fornire alla nostra pelle tutte le sostanze nutritive che necessita. Una dieta varia ed equilibrata è un notevole aiuto per ristabilire la corretta produzione di sebo della nostra pelle, soprattutto se ricca di vitamine del gruppo B e di Omega 3-6-9.

I rimedi per combattere la pelle asfittica

Prendersi cura di una pelle asfittica richiede un tipo di pazienza particolare: quella di non fare. Essendosi squilibrata per troppo nutrimento, bisogna ridurre il numero di cosmetici che si usano, scegliendone al contempo molto bene la qualità.

Insomma, basta prendersi cura quotidianamente della propria pelle in modo equilibrato.

La detersione quotidiana è necessaria per asportare lo sporco, il sebo e la secrezione sudorale, elementi tipici della pelle asfittica, ma senza alterare le condizioni della barriera cutanea. La maggior parte dei detergenti in commercio risulta infatti essere troppo aggressiva sulla pelle, tendendo a “lavar via” anche quelle sostanze che la nostra pelle di pone come strato difensivo. Per questa ragione è fondamentale scegliere un detergente naturale, come per esempio l’acqua micellare, che rimuove lo sporco ma senza risultare aggressiva. Non sarebbe male un periodo di “disintossicazione” in cui non applicare creme, oppure creme o gel molto leggeri.

I cosmetici realizzati da San.Eco.Vit sono delicati e contengono estratti vegetali scelti con cura per ogni esigenza. Ci sono gli astringenti, per pori dilatati e pelli impure, così come gli antiossidanti, per le pelli mature e i lenitivi per quelle delicate.

La totale assenza di sostanze che possono “soffocare” la pelle, quali petrolatum, paraffinum liquidum e siliconi pesanti, aiuta la normale traspirazione cutanea non ostacolandola.

Dalla detersione all’idratazione, per una cura della pelle naturale, serena e rispettosa anche dell’ambiente in cui viviamo.


Articoli correlati

Pelle asfittica e pori dilatati: cause e rimedi naturali

Negli ultimi tempi si parla molto di pelle asfittica. Spesso si scambia però per pelle asfittica una pelle secca, o sensibile, che aggredita produce più sebo. In realtà la pelle asfittica ha tutt’altro tipo di caratteristiche. La pelle asfittica dà la sensazione di non assorbire niente. Al tempo stesso, però, “tira”. E’ una pelle che … Continued

Pubblicato il Leggi l'articolo
Detersivi biologici, ideali per pulire casa con prodotti naturali

Mentre stiamo scrivendo, è uscita la notizia di uno studio coordinato da Brian McDonald, del National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA) di Boulder, Colorado, sull’inquinamento atmosferico dell’area di Los Angeles. Tutti saremmo pronti ad additare il traffico stradale come principale fonte di inquinamento atmosferico, ivece, a sorpresa, una serie di calcoli e di dati incrociati … Continued

Pubblicato il Leggi l'articolo